Fatturazione elettronica, al via gli incentivi per il B2B

Scaduto il termine per esercitare l’opzione da parte delle aziende, sono operativi i benefici previsti dal decreto 127/2015, tra cui rimborsi IVA prioritari e riduzione di 2 anni dei termini di accertamento. Intanto l’Italia nel 2016 è stata tra i primi paesi europei nell’invio di e-invoice, nettamente sopra la media UE

Il lungo cammino delle aziende ed enti pubblici italiani verso la fatturazione elettronica ha appena superato un’altra scadenza importante. Il 31 marzo infatti è scaduto il periodo di proroga concesso dall’Agenzia delle Entrate alle aziende di decidere se esercitare l’opzione della fatturazione elettronica tra imprese (B2B).

Chi lo ha fatto, potrà godere dei benefici previsti dalla legge (DL 127/2015), tra cui rimborsi IVA prioritari e riduzione di 2 anni dei termini ordinari di accertamento (ma solo, in questo secondo caso, se viene garantita la tracciabilità dei pagamenti).

Fonte Digital4biz Leggi tutto…